Angelo Landi 
( 1879 - 1944 ) 

Frequenta l’accademia di Brera a Milano, si evidenzia a soli 23 anni con il quadro “Affanni”. Si trasferisce a Venezia. Conosce Cezanne, Dal Zotto e Tranquillo Cremona. Re Vittorio Emmanuele 3° acquista l’opera “Prime Armi”, dipinto a 26 anni, che gli vale il titolo di accademico di Brera. Pittore di storia documenta i fatti guerreschi della prima guerra mondiale. Lavora anche su commissione, e le sue opere compaiono in importanti collezioni private e pubbliche: Wurer, Folonari, Marzotto, Pinacoteca Tosio-Martinengo. Lavora in America Latina, Africa, Parigi, Roma, Genova e Pompei. Versatile nello stile e nella tecnica si presta a commissioni di notevole importanza e di vario genere: pittura di storia, di paesaggio, di ritratto, religiosa e celebrativa. 

Da Salò (1933)
Olio su tela
cm 104x113
 

Ritratto di Elisa (1899)
Olio su tela
cm 60x47
 
Rammendatori di reti a Portese (1910)
Olio su tela
cm 75x100
 
Sul Garda (1918-20)
Olio su tavola
cm 30x37
Mucche all'alpeggio (1934)
Olio su tavola
cm 70x100
Donna con abito a fiori (1937)
Olio su tela
cm 124x94

Vuoi aiutarci ad ampliare la raccolta di opere di questo autore? Visita la sezione del "collabora anche tu"
collabora anche tu